serata_moscardelli
Giovedì 6 dicembre cena-presentazione libreria Iocisto

Noir e non solo: il secondo appuntamento per I giorni neri di Napolinoir da Iocisto coniuga il giallo classico d’autore con l’humor e il rosa. Nella libreria vomerese di piazza Fuga, giovedì 6 dicembre alle 21, infatti, ci sarà un evento speciale con cena a numero chiuso: arriva Chiara Moscardelli con il suo Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli, pubblicato per la Giunti. Per partecipare alla kermesse e alla cena straordinaria con l’autrice, stavolta è obbligatoria la prenotazione al numero 081.5780421. Tra una pietanza e un bicchiere di vino, la scrittrice sarà presentata per la prima volta al pubblico napoletano da Maurizio Ponticello, attuale presidente di Napolinor, e dalla giallista Caterina Lerro, che cura anche l’angolo “La mannaia di Miss Marple”. Il ciclo di incontri è in collaborazione con la libreria Iocisto, è patrocinata da Fondazione Plart e ha un media partner del settore, il giornale-portale Thrillernord.it che, per tutti gli appassionati, rilancerà gli eventi in diretta web.

Il libro della Moscardelli si presta bene a un incontro prenatalizio poiché, pur restando nella griglia del romanzo di genere, con tanto di morti e inseguimenti, di enigmi e di detective, riesce a irretire il lettore per la sua freschezza e il tono sempre leggero anche nelle parti più drammatiche. Superati i quaranta un uomo diventa interessante, una donna zitella, ma la protagonista del libro, Teresa Papavero, non se ne cruccia: ha ben altre preoccupazioni. Dopo avere perso l’ennesimo lavoro in circostanze a dir poco surreali, la donna decide di tornare a Strangolagalli, borghetto a sud di Roma nonché suo paese nativo, l’unico posto dove poter ricominciare in tranquillità. E invece la tanto attesa serata romantica con Paolo, conosciuto su un social di incontri, finisce nel peggiore dei modi: mentre Teresa è in bagno, il ragazzo si butta dal terrazzo. Suicidio? O piuttosto, omicidio? E così, tra affascinanti investigatori, carabinieri di paese, reporter d’assalto e misteriosi sconosciuti, Teresa si trova risucchiata in una girandola di intrighi, in un susseguirsi di imprevedibili colpi di scena. Un appuntamento da non perdere.

 

CHIARA MOSCARDELLI: romana, vive a Milano. Volevo essere una gatta morta, suo romanzo d’esordio (ripubblicato da Giunti in edizione tascabile nel 2016), ha avuto un grande successo di pubblico e di critica, diventando in breve un libro di culto. Nel 2013 è uscito per Einaudi La vita non è un film, mentre Giunti ha pubblicato Quando meno te lo aspetti (2015) e Volevo solo andare a letto presto (2016) affermando l’autrice come una delle penne più frizzanti e apprezzate del panorama letterario italiano.