SoleCama2C’è un sole che si muore, d’estate… a Napoli.
Napolinoir è lieta di presentare la prima antologia di racconti gialli e neri da Napoli e dintorni da lei patrocinata. Curatori dell’antologia sono Diana Lama, presidentessa di Napolinoir, e Paolo Calabrò, new entry del gruppo. Tra gli autori, oltre a Diana Lama, Luciana Scepi, Ugo Mazzotta e Paolo Calabrò, sono presenti anche  Sibyl von der Schulenburg,  Francesco Costa, Vittorio Del Tufo, Piera Carlomagno, Alessandra Pepino,
Riccardo Fabrizi e Diego Lama (vincitore del Premio Tedeschi 2015).

Morire d’estate è facile. Il caldo fa impazzire, e in un lampo la situazione più normale può volgere in  tragedia. Complice un’onda inattesa oltre la riva; le trappole e i segreti di una casa di vacanze sconosciuta e inospitale; il tran-tran di chi è stato costretto a rinunciare alla villeggiatura e a barcamenarsi tra lavoretti occasionali ed espedienti ai limiti del lecito… Undici scrittori di razza, conoscitori del cuore di Napoli e della sua faccia più oscura, osservatori di una realtà che, più sembra bella, più sembra poter franare sotto ai piedi da un momento all’altro. Undici storie inedite, gialle e nere, che hanno la lingua, la storia, il sapore di una città che, senza risolvere la continuità, si può amare e temere. Leggi Napoli. E poi muori.

1_Sole_COPDiana Lama, Premio Alberto Tedeschi -Giallo Mondadori nel 1995 (con Vincenzo De Falco), è Presidente dell’associazione di scrittori NapoliNoir. I suoi libri, pubblicati dai maggiori editori italiani, sono tradotti in sette Paesi.

Paolo Calabrò, membro di NapoliNoir, ama il giallo e la filosofia. Con Il Prato ha pubblicato L’intransigenza.
I gialli del Dio perverso e La verità cammina con noi, introduzione al pensiero di Maurice Bellet.

Racconti di:
Diana Lama, Sotto l’ombrellone
Paolo Calabrò, In vino veritas
Luciana Scepi, Una bionda d’estate
Ugo Mazzotta, Un occhio della testa
Sibyl von der Schulenburg, Alma Mater
Francesco Costa, L’angelo sdentato
Vittorio Del Tufo, L’enigma dei cinque pozzi
Piera Carlomagno, Il messaggio
Alessandra Pepino, L’assoluzione
Riccardo Fabrizi, È tutto grasso che cola

Contiene il racconto La casa triste, di Diego Lama, vincitore del Premio Alberto Tedeschi-Giallo Mondadori 2015