2.Napoli velata e sconosciuta _plancia.indd
La copertina di Napoli velata e sconosciuta

È appena uscita l’ultima fatica letteraria di Maurizio Ponticello, un omaggio a trecentosessanta gradi alla città più misteriosa che la storia conosca: Napoli velata e sconosciuta. Luoghi e simboli dei Misteri, degli Déi, dei miti, dei riti, delle feste (Newton Compton). Non esiste altro insediamento urbano al mondo che abbia fatto parlare tanto di sé, eppure, sottraendo uno a uno i veli che vestono Napoli, è possibile scorgere ancora dell’altro, e quel che si scopre è sempre più avvincente.

Circa tre millenni dopo la sua fondazione la capitale del Sud nasconde altri misteri? Qual è il segreto della sua nascita e il suo significato? In che modo la tipica struttura a scacchiera di Neapolis lega il maestro Pitagora a Vitruvio e a Leonardo da Vinci, tanto da farne il prototipo ideale della città perfetta? E quale fu il vero ruolo di Virgilio il Mago fino a tutto il XIV secolo, quando lo sconosciuto san Gennaro gli si avvicendò come paladino? Napoli velata e sconosciuta è una caccia al tesoro, un viaggio pirotecnico che arriva al fondo di ogni cosa, smonta luoghi comuni sedimentati dal tempo o inventati dalla faziosità dei denigratori. Questo libro procede seguendo un filo rosso di collegamento tra la città celeste e quella profana, e ne svela i segreti più profondi. Infine, s’interroga sulle mille vicende magiche e affascinanti raccontate all’ombra del Vesuvio, e si chiede come siano accadute, e si domanda innanzitutto il perché. E così, l’autore mette nelle mani del lettore chiavi interpretative insospettabili che pongono Napoli sotto tutta un’altra luce.