img_0672L’associazione di giallisti Napolinoir, stavolta, gioca in casa, e lo fa con il proprio vicepresidente Ugo Mazzotta che, in prima nazionale, presenta il suo ultimo giallo: Mia o di nessuno, pubblicato per l’editore Todaro. L’evento si terrà giovedì 16 maggio alle ore 18 alla Libreria Raffaello di via Kerbaker, a Napoli. A parlarne con l’autore saranno gli scrittori Maurizio Ponticello – presidente di Napolinoir –, Martin Rua e la giallista esperta Caterina Lerro. L’incontro è patrocinato dalla Biblioteca Nazionale di Napoli, dalla Consigliera di Parità della Regione Campania e dalla Fondazione Plart, e ha il sostegno morale di ViSION, l’Osservatorio Internazionale di Vittimologia. Inoltre, l’evento vanta, come media partner, il supporto del giornale-portale nazionale Thrillernord.it, che rilancerà l’avvenimento in diretta web per tutti gli appassionati.

Per l’occasione, saranno esposte opere grafiche degli artisti Adele Ceraudo, Davide Bozza e Simona Lanzillo che si sono ispirati al tema scottante e attualissimo trattato dal libro di Mazzotta.

Nel giallo numero nove di Ugo Mazzotta, Eliana Tommasi è vittima di uno stalker. “Mia o di nessuno” è l’sms inquietante che riceve poco prima di scomparire nel nulla. La donna si è nascosta volontariamente? È stata rapita o uccisa? E che ruolo ha il marito in tutto questo? Sulle tracce dello stalker, e possibile assassino, c’è il vice commissario Pelagia Corsi. In forza al commissariato napoletano del Vomero, Pelagia è un tipo originale, a partire dal nome di battesimo ma non solo: vive con Milky, un piccolo serpente del latte, pratica l’antica arte giapponese del kintsugi, conta istintivamente gli oggetti che la circondano e ne trae auspici, buoni se il numero è dispari.

Il caso è complesso, molte sono le false piste e i dettagli fuorvianti ma, grazie alla sua testardaggine e alla sua tendenza all’insubordinazione, il vice commissario Corsi alla fine riuscirà a venirne a capo.

Ugo Mazzotta vive a Napoli, dove è nato il 24 novembre del 1956. Scrive gialli, suona il basso in una band di vecchi (alla lettera…) amanti della musica degli anni ’60 e ’70. Nei ritagli di tempo fa il medico legale. Ha pubblicato otto romanzi e diversi racconti, ha collaborato alla scrittura di alcune stagioni di RIS-Delitti imperfetti (Canale 5), sceneggiandone un episodio. È vicepresidente dell’associazione culturale Napolinoir. In Internet lo si trova su www.ugomazzotta.com o su www.facebook.com/UgoMazzottaGiallista/